CALMD

Ragazza con sindrome di down e una collega al lavoro davanti a un pc

Premessa del progetto | Gli obiettivi del progetto | I risultati attesi | La metodologia utilizzata | Impatto a cui ambisce il progetto

Un kit completo per l’inclusione sociale delle persone con disabilità intellettiva

CALMD è un progetto europeo della durata di 24 mesi (01-01-2022 – 01-01-2024).

Partner di duepunti nel progetto sono:

  • Irea. Istituto rumeno per l’educazione degli adulti. Romania (PARTNER CAPOFILA)
  • Fondazione Abilitare Speranta. Romania
  • Panepistimio Aigaiou. Università dell’Egeo. Grecia
  • Virtual Campus. Portogallo

Un’Europa senza barriere

Le persone con disabilità, in particolare con disabilità intellettiva, devono affrontare molti ostacoli e barriere nella loro vita quotidiana, nelle loro esperienze personali e nel poter partecipare attivamente alla vita della propria comunità, nonché ostacoli e barriere nella ricerca e mantenimento di attività professionali (quando possibile).

Queste persone raramente ricevono un orientamento o una consulenza basati sulle loro attitudini, capacità, preferenze e necessità.

Nel marzo 2021, la Commissione europea, alla luce della precedente adozione della Strategia europea 2010-2020, ha adottato nuovamente per il decennio 2021-2030 la Strategia europea per i diritti delle persone con disabilità che apre e promuove la strada ad un’Europa senza barriere al fine di rendere possibile, per le persone con disabilità, godere dei loro diritti e partecipare pienamente alla vita sociale, comunitaria, economica.

Nonostante i progressi compiuti nell’ultimo decennio, le persone con disabilità, tuttavia, si trovano ancora ad affrontare importanti ostacoli, presentando un rischio grave di povertà ed esclusione sociale.

Il progetto CALMD propone un percorso in cui gli adulti con disabilità intellettiva possono definire i loro progetti personali relativi alla vita sociale e all’occupazione, responsabilizzati attraverso strumenti pratici, pensati e adattati alle esigenze specifiche e comuni e supportati da operatori formati all’interno del progetto stesso.

Orientarsi nella propria comunità, fare le proprie scelte, sviluppare autonomia, responsabilità, entrare nei contesti professionali: alcuni degli obiettivi del progetto. Questa direzione proposta dal progetto europeo CALMD, in cui la duepunti si inserisce, risulta vantaggiosa non solo per i diretti beneficiari, ma anche per le loro famiglie e la società.

Gli obiettivi del progetto sono i seguenti:

  • responsabilizzare un gruppo di 50 adulti con disabilità intellettiva affinché possano condurre una vita personale, professionale e sociale autonoma
  • favorire l’inclusione sociale degli adulti con disabilità intellettiva che partecipano al progetto attraverso il supporto delle specifiche attività educative proposte dal progetto.
  • sviluppare le competenze di un gruppo di 50 operatori delle 5 organizzazioni partecipanti nel campo del sostegno alle persone con disabilità intellettiva, focalizzandosi sulla promozione di una vita autonoma.

Il progetto è attualmente in corso. I risultati attesi sono i seguenti:

  • sviluppo di materiali di formazione per i professionisti che lavorano con adulti con disabilità intellettiva
  • creazione di una cassetta degli attrezzi innovativa per adulti con disabilità composta da attività auto-guidate per una vita indipendente
  • realizzazione di una piattaforma MOOC dove verranno sviluppati alcuni video con impatto terapeuti
  • ideazione di giochi da tavolo educativi e terapeutici e attività educative di supporto quali corsi di formazione, focus group, attività di sperimentazione.
  • Individuazione di eventi moltiplicatori, ovvero attività di divulgazione in tutti e quattro i Paesi: Grecia, Romania, Portogallo, Italia.

Le attività, la metodologia e l’impatto generale del progetto prevedono:

  • Costruzione e sperimentazione di soluzioni formative innovative
  • Quattro incontri transnazionali
  • Quattro prodotti innovativi e intellettuali
  • Una mobilità per professionisti educatori adulti
  • Una mobilità per adulti con disabilità intellettiva
  • Quattro eventi moltiplicatori

Gli impatti del progetto interesseranno in primis 50 adulti con disabilità intellettiva, plurideficienza, gravi disturbi dello sviluppo, gravi problemi di salute, disturbi mentali invalidanti, problemi comportamentali, disturbi dello sviluppo, gravi problemi di salute, problemi comportamentali e/o disturbi del linguaggio.

Beneficeranno del progetto e degli output prodotti nell’ambito di CALMD anche 50 professionisti dei Paesi partner coinvolti nel progetto al fine sviluppare competenze che possano consentire loro di trasmettere e implementare meglio il concetto di vita autonoma e di inclusione sociale con e per le persone con disabilità.

Nello specifico l’impatto implica

  • Il rafforzamento del principio della vita autonoma per gli adulti con disabilità intellettiva e la creazione delle premesse per una reale e concreta inclusione sociale
  • L’aumento del dialogo e della mobilità culturale
  • Lo sviluppo di un lavoro di rete tra professionisti che lavorano con adulti con disabilità intellettiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *